Schermata 2018-04-04 alle 14.44.09

Chef Johnny, all’anagrafe Fatjon Gaga, diviene chef a poco più di vent’anni e decide poi di aprirsi a nuove sfide. E’ diventato così proprietario, da circa due anni, del ristorante “Lo Zafferano” ad Arezzo, situato all’interno dell’AC Hotel, e del ristorante “Lo Zafferano Tuscany” presso la Locanda dell’Amoroso a Sinalunga.

Girovagando nella sua cucina, ci rendiamo conto che questo giovane ma brillante chef offre pietanze raffinate, dal gusto delicato, con l’aggiunta di particolari ingredienti che rendono i suoi piatti una novità esclusiva nel panorama dei ristoranti di Arezzo e della provincia di Siena. Presso “Lo Zafferano Tuscany”, uno dei migliori ristoranti di Siena e provincia, lo chef riesce a cucinare anche a km 0, ed i sapori dei prodotti toscani si uniscono nelle sue creazioni senza sovrapporsi, producendo fra loro una concreta armonia.

Lo Chef si ritiene naturalmente molto soddisfatto delle sue conquiste e vittorie, ma è comunque convinto che ci sia sempre qualcosa in più da imparare. Per questo sperimenta ogni giorno nuovi ingredienti e pietanze, cercando sempre di bilanciare e curare i suoi piatti nel dettaglio.

L’atmosfera della sala è elegante e particolare, e si abbina molto bene alle creazioni culinarie di Chef Johnny. Il design interno, accogliente e ricercato, è curato dallo stesso chef, che dell’eleganza ha fatto la sua parola d’ordine.

Chef Johnny: uno dei piatti della sua cucina

Chef Johnny: una cucina creativa di alto livello

Chef Johnny: “Mi piace sedermi a tavola con i clienti a fine cena”

Particolare anche il suo rapporto con la clientela: “Mi piace sedermi a tavola con i clienti a fine cena e chiedergli se il servizio e il cibo sono stati di loro gradimento, li incuriosisco poi parlando dei miei nuovi piatti e spesso ho un riscontro positivo.

Quelle stesse persone, infatti, ritornano a farmi visita e a provare nuove portate del mio ampio menù” -ci spiega sorridente e continua “ci sono tante ricette per essere un bravo chef: prima di tutto ci vuole molta umiltà e la forza di migliorarsi sempre.

Bisogna poi aver buon gusto ed entusiasmo. Infine è molto importante riuscire a tenere unito il proprio staff, rendendo il clima di lavoro disteso ed allegro, ma pur sempre professionale. In una cucina tutti devono essere fra loro in armonia, per riuscire così a creare piatti eccellenti e sempre nuovi”.

“La cucina è immaginazione”

piatto-zafferano-arezzo

Nel suo lavoro il segreto è l’inventiva e la fantasia: “Per cucinare uso l’immaginazione, sperimento diversi abbinamenti e assaggio, tutto questo cercando di mantenere uno stato d’animo rilassato e felice.

Chef Johnny: “giro per il mondo alla ricerca di nuovi ingredienti”

Attraverso lo studio e la ricerca di ingredienti differenti e lontani, che mi reco spesso a comprare durante le fiere culinarie, cerco di creare nuove e diverse portate da aggiungere al mio menù” conclude entusiasta.

Lo chef si sente adesso pronto per un’altra sfida: quella di collaborare con strutture ristorative all’estero e provare quindi nuove esperienze e cucine, rimanendo comunque legato ai prodotti ed alla tradizione toscano – italiana. Vuole per questo valutare tutte le richieste provenienti da ogni parte del mondo, pensando a questa nuova avventura come un modo per crescere professionalmente e con grande serietà.

Comments

comments